lega Tag Archive

CORTI E GIROTTI (LEGA): “STUDENTATO DI VIA DELLE COSTELLAZIONI IN PIENO DEGRADO, IL PREFETTO INTERVENGA”

243

Written by:

SCARSI CONTROLLI DURANTE I FINE SETTIMANA E NELLE ORE NOTTURNE, LA LEGA CHIEDE IMMEDIATI INTERVENTI ALL’INTERNO DEL PALAZZO.

“Da anni la Lega segnala il peggioramento delle condizioni di convivenza civile fra gli ospiti dello studentato di via delle Costellazioni, una delle sedi principali utilizzate dalla Prefettura per l’accoglienza dei richiedenti asilo; nelle ultime settimane si sono moltiplicate le denunce per il parcheggio selvaggio delle biciclette, di cui peraltro nessuno pare conoscere la provenienza. Ma i problemi sono anche altri”. Stefano Corti, candidato centrodestra all’uninominale per il Senato nel collegio di Modena e Cristina Girotti Zirotti, candidata per la Lega al plurinominale per il Senato nel collegio di Modena, prendono posizione sulla situazione di degrado che vige nello studentato di Via delle Costellazioni a Modena, dopo un sopralluogo all’interno dell’edificio.“Com’è noto, oltre ai richiedenti asilo, sono presenti nella struttura, anche persone seguite dai servizi sociali del Comune, situazione che da sempre riteniamo potenzialmente esplosiva, come ben sanno le forze di polizia. Un residente esasperato, ha contattato la Lega per segnalare la grave situazione di degrado che vive quotidianamente, in particolare nelle ore e nelle giornate senza la presenza di un portiere all’ingresso, una sorta di autogestione che pare presentare qualche criticità, dall’abuso di alcolici all’ingresso di estranei. Uno dei problemi più seri è quello dei rifiuti e delle pulizie degli spazi comuni, le foto che abbiamo ricevuto sono esemplificative”, spiegano Corti e Girotti. La Lega chiede “come sia possibile che dopo tanti anni le cooperative, il Comune e la Prefettura, non abbiano trovato un’organizzazione efficace per la gestione della struttura, se la proprietà lascia lo studentato senza custode, le cooperative provvedano ad assumere più persone nelle ore scoperte, è possibile che i rifiuti vengano gettati a terra senza che nessuno insegni la raccolta differenziata agli ospiti del palazzo? Hera immaginiamo abbia segnalato la situazione, ma evidentemente nessuno se ne interessa”. Il modello di accoglienza targato Modena “lascia molte perplessità, chi gestisce i richiedenti asilo sembra godere di totale autonomia, puntualmente esplode qualche nuovo caso, ma dal Sindaco, dalle forze di centro-sinistra che governano questa città, solo smentite o silenzi, dell’argomento meglio non parlare. I fallimenti della gestione ‘profughi’ sono emersi anche nelle ultime settimane, con i casi degli spacciatori richiedenti asilo, che perdendo tutti i diritti, sono di fatto dei fantasmi in giro per la città”, concludono i candidati.

 

Continue reading

STAZIONE DEI TRENI MODENA. L’AREA DELLO SCALO MERCI È NEL COMPLETO DEGRADO.

121

Written by:

Questa mattina il consigliere regionale della Lega Stefano Bargi, Cristina Girotti, candidata per la Lega al plurinominale per il Senato nel collegio di Modena, insieme alla Lega Nord di Modena sono andati a presidiare la zona della stazione dopo la segnalazione dell’ennesimo monumento al degrado della città:  l’ex dormitorio dei dipendenti delle ferrovie occupato da stranieri accanto alla stazione centrale.
“Ci appelliamo al sindaco e al prefetto affinché intervengano se non vogliono essere considerati corresponsabili del degrado della città”, sottolineano gli esponenti del Carroccio.
“I lavoratori delle ferrovie di stato denunciano da tempo lo stato di degrado che coinvolge tutta l’area dello scalo merci, le foto che abbiamo scattato questa mattina sono chiare, ma nonostante le varie denunce ufficiali e le notizie pubblicate dai media”, spiega Stefano Soranna, tra gli organizzatori del blitz “e nessuno ha mai risolto il problema”. La situazione più clamorosa riguarda “la palazzina che troviamo sul lato destro appena usciti dalla stazione centrale (dove parcheggiano i taxi), l’entrata si trova nell’area dello scalo merci, e da quella porta entrano continuamente sbandati, quasi tutti stranieri, che hanno scelto quella come dimora”.
Da metà degli anni 2000, la palazzina, prima di proprietà delle ferrovie, è stata venduta, il proprietario non è noto, “ma non è tollerabile che sia facilmente accessibile a chiunque, vanno messi immediatamente dei sigilli e bloccata la porta principale”.
Sono svariate le aggressioni a cose e persone e “secondo alcune testimonianze, anche alcuni agenti della Polizia sarebbero stati aggrediti durante un recente controllo”, continua Soranna “oltre al fatto che le condizioni igieniche sono precarie e serve immediatamente una bonifica completa”.La candidata Cristina Girotti ed il consigliere regionale Stefano Bargi, chiedono al Prefetto, al Questore e al Sindaco, di dare risposte immediate: “Ci sono persone che tutti i giorni, anche in orari notturni lavorano in Stazione e la loro incolumità deve essere garantita”.

 

 

Continue reading