Il Sindaco di Modena non si scomponga, al Governo Nazionale ora ci siamo noi! E nel 2019 vogliamo esserlo anche in quello cittadino.

97

Written by:

La Lega di Modena intende replicare al Sindaco di Modena Muzzarelli, che al convegno “Cohesion30” di oggi – organizzato da AICCRE, dalla Regione Emilia-Romagna e dallo stesso Comune di Modena – ha parlato di “propaganda” ed “agitazioni scomposte degli esponenti della nuova maggioranza di governo” sui temi europei.

Ebbene constatiamo che Muzzarelli, benché si trovasse in una cornice “istituzionale”, si è spogliato dei panni di “primo cittadino” e si è lanciato nella consueta e ritrita retorica europeista di marca piddina, paventando di fronte alla platea il rischio che la nuova maggioranza di governo voglia distruggere l’Unione Europea o uscire dall’euro.

Ciò è assolutamente fuorviante e non è contenuto nel contratto di governo sottoscritto dalla Lega e dal M5Stelle, ma comprendiamo che la sinistra modenese – come testimonia anche il raduno di un manipolo di irriducibili in solidarietà al Presidente Mattarella il 2 giugno scorso – non si sia ancora ripresa dallo shock causato dal fatto che finalmente c’è una maggioranza di governo che vuole fare sentire in Europa la voce degli cittadini ponendo al centro l’interesse nazionale: esattamente il contrario dei precedenti governi sostenuti dal Partito Democratico, che nel corso di questi anni – a parte qualche borbottio – hanno avallato le politiche di austerità economica dell’Europa a guida franco-tedesca, venendo in cambio lasciati allo sbaraglio sul tema dell’immigrazione (oltre 600.000 sbarchi di immigrati dal 2011 ad oggi), come ammesso pubblicamente perfino ieri dalla cancelliera tedesca Merkel.

E la città di Modena in tema di sicurezza ha pagato a caro prezzo le politiche immigrazioniste delle sinistre, come testimonia la crescita costante dei reati e il degrado delle zone più invase dai tanto decantati “migranti” (in minima parte aventi diritto di asilo), parco XXII Aprile e zona Erre Nord in primo luogo.

E’ evidente che le dichiarazioni del Sindaco risentono in parte del clima “pre-elettorale” perché anche la Lega di Modena – parafrasando un suo slogan – “ci sarà” e in vista delle prossime elezioni amministrative del 2019 sta raccogliendo nei quartieri, dalla voce diretta dei modenesi, le istanze della città, per prepararsi, dopo avere conquistato il governo nazionale, anche a quello cittadino.

Antonio Baldini
Lega Modena

Last modified: 15 Giu 2018