CORTI E GIROTTI (LEGA): “STUDENTATO DI VIA DELLE COSTELLAZIONI IN PIENO DEGRADO, IL PREFETTO INTERVENGA”

312

Written by:

SCARSI CONTROLLI DURANTE I FINE SETTIMANA E NELLE ORE NOTTURNE, LA LEGA CHIEDE IMMEDIATI INTERVENTI ALL’INTERNO DEL PALAZZO.

“Da anni la Lega segnala il peggioramento delle condizioni di convivenza civile fra gli ospiti dello studentato di via delle Costellazioni, una delle sedi principali utilizzate dalla Prefettura per l’accoglienza dei richiedenti asilo; nelle ultime settimane si sono moltiplicate le denunce per il parcheggio selvaggio delle biciclette, di cui peraltro nessuno pare conoscere la provenienza. Ma i problemi sono anche altri”. Stefano Corti, candidato centrodestra all’uninominale per il Senato nel collegio di Modena e Cristina Girotti Zirotti, candidata per la Lega al plurinominale per il Senato nel collegio di Modena, prendono posizione sulla situazione di degrado che vige nello studentato di Via delle Costellazioni a Modena, dopo un sopralluogo all’interno dell’edificio.“Com’è noto, oltre ai richiedenti asilo, sono presenti nella struttura, anche persone seguite dai servizi sociali del Comune, situazione che da sempre riteniamo potenzialmente esplosiva, come ben sanno le forze di polizia. Un residente esasperato, ha contattato la Lega per segnalare la grave situazione di degrado che vive quotidianamente, in particolare nelle ore e nelle giornate senza la presenza di un portiere all’ingresso, una sorta di autogestione che pare presentare qualche criticità, dall’abuso di alcolici all’ingresso di estranei. Uno dei problemi più seri è quello dei rifiuti e delle pulizie degli spazi comuni, le foto che abbiamo ricevuto sono esemplificative”, spiegano Corti e Girotti. La Lega chiede “come sia possibile che dopo tanti anni le cooperative, il Comune e la Prefettura, non abbiano trovato un’organizzazione efficace per la gestione della struttura, se la proprietà lascia lo studentato senza custode, le cooperative provvedano ad assumere più persone nelle ore scoperte, è possibile che i rifiuti vengano gettati a terra senza che nessuno insegni la raccolta differenziata agli ospiti del palazzo? Hera immaginiamo abbia segnalato la situazione, ma evidentemente nessuno se ne interessa”. Il modello di accoglienza targato Modena “lascia molte perplessità, chi gestisce i richiedenti asilo sembra godere di totale autonomia, puntualmente esplode qualche nuovo caso, ma dal Sindaco, dalle forze di centro-sinistra che governano questa città, solo smentite o silenzi, dell’argomento meglio non parlare. I fallimenti della gestione ‘profughi’ sono emersi anche nelle ultime settimane, con i casi degli spacciatori richiedenti asilo, che perdendo tutti i diritti, sono di fatto dei fantasmi in giro per la città”, concludono i candidati.

 

Last modified: 27 febbraio 2018