Modena Città

Seta – Servizio pubblico a servizio dei cittadini e non della politica

123

Written by:

L’adesione pressoché unanime dei lavoratori SETA del bacino di Modena, allo sciopero indetto dalle sigle sindacali (ad esclusione della CGIL), continua a non destare alcuna riflessione né ripensamento nella condotta tenuta dall’attuale dirigenza di Seta Spa, ancor meno nelle istituzioni locali le quali, da oltre un mese, non comunicano la nomina del nuovo Presidente.

Il disco si è incantato: nonostante l’evidenza,  i mancati investimenti su Modena, la manutenzione ridotta al minimo essenziale, la condotta antisindacale, l’insensibilità nei confronti dell’esigenze del personale viaggiante e dell’utenza, il perenne tentativo di dividere i lavoratori etc. Il presidente Vanni Bulgarelli continua a ripetere la stessa cantilena.  Ma le responsabilità di tale dissesto non vanno ricercate solo nella pessima gestione del Direttore Generale e del Presidente, poiché entrambi sono espressione di idee e direttive impartite dalle istituzioni centrali e locali,  ed è proprio nelle stanze del potere che si è materializzato tale nefasto disegno, i cui responsabili continuano a rimanere nell’ombra.

Non basterà sostituire una o più cariche, ciò che deve cambiare è l’impostazione di base, il concetto stesso di servizio pubblico, non più asservito alle esigenze della politica, ma a quelle dei cittadini che ne usufruiscono e ne sostengono le spese. Lega Nord Modena sostiene che solo attraverso un cambio di paradigma si riuscirà ad impedire l’ingresso di operatori stranieri nella gestione del servizio, e procedere al rilancio del trasporto pubblico nella nostra provincia.

 

Segreteria LEGA Modena

Continue reading

STEFANO BARGI: “CPR NECESSARIO: LE ASSOCIAZIONI NON FOMENTINO LA PROTESTA”

132

Written by:

“E’ incredibile che chi viene accolto, sostenuto e integrato con i soldi dei contribuenti e spesso a scapito degli italiani che subiscono una discriminazione a contrario, protesti pretendendo ancora di più. Il Cpr è necessario per gestire un’immigrazione fuori controllo che sta mettendo in seria difficoltà la tenuta del Paese. Le associazioni che si occupano di richiedenti asilo dovrebbero fare un esame di realtà sulla situazione invece di fomentare il malcontento”.

Così Stefano Bargi, consigliere regionale Lega Nord interviene sull’assemblea organizzata dall’associazione Ashai sabato 19 maggio a Modena, in piazza Cittadella, durante la quale si è sollevata la protesta dei migranti e delle associazioni che aiutano gli stranieri nella nostra realtà.

“Oltre 5 miliardi l’anno di spesa per l’accoglienza, richiedenti asilo sistemati in comodi hotel, con Wi-Fi e altri confort, senza che venga chiesto loro nulla in cambio, nemmeno di contribuire con il minimo impegno, perchè come noto sono rarissimi i casi in cui qualche amministrazione, non senza difficoltà, è riuscita per lo meno ad impiegare i profughi per qualche lavoro utile. E cosa succede? Che viene preteso sempre di più”.

Il nostro paese “soffre di crisi identitarie ed economiche molto pesanti ed è necessario valorizzare in primis noi stessi come cultura e tradizione e utilizzare le risorse per far ripartire la nostra economia”, sottolinea Bargi.

“E’ vero il Cpr va pensato ed organizzato in maniera diversa rispetto al passato, deve essere funzionale a rimpatri veloci, non deve drenare risorse agli organici locali delle forze dell’ordine e non deve pesare sulla città. Ma il principio su cui si basa è sacrosanto. Chi fugge dalla guerra può chiedere asilo e ricevere una forma di aiuto (a patto venga condivisa con l’Unione Europea e non sia a carico solo dell’Italia) chi invece non ha diritto di stare sul nostro territorio irregolarmente deve essere rimpatriato”.

 

Ufficio Stampa Lega Nord Emilia Romagna

Continue reading

Weekend Consultivo sul “Contratto di Governo”

136

Written by:

Ti aspettiamo in sede a Modena, in Viale Caduti in Guerra 166, dove potrai manifestare liberamente il tuo voto per il “Contratto di Governo”.

Inoltre continua il Tesseramento LEGA anche nella due giorni oltre al confronto aperto con la cittadinanza su proposte/richieste atte alla stesura del programma di governo da presentare alle prossime amministrative del 2019.

Continue reading

Ottima operazione dei Carabinieri della caserma di Viale Tassoni al quartiere Madonnina!!!

114

Written by:

La stampa riporta dell’arresto in Via Salgari zona Madonnina di due spacciatori, un tunisino e un italiano di origine Tunisine, trovati in un furgone a preparare delle dosi di droga da vendere sul mercato dello spaccio. Il mezzo era fermo da qualche tempo.

Alcuni cittadini della Madonnina, alla Lega Nord, ci avevano inviato foto e indicazioni di strani movimenti attorno al furgone posteggiato da qualche tempo con le gomme a terra. Era visibile la forzatura per entrare, e pare ci avessero anche dormito all’interno del vano posteriore più di una volta. Abbiamo segnalato la questione alle autorità preposte usando riserbo, per tanto vogliamo ringraziare l’arma dei Carabinieri di Viale Tassoni per l’ottimo lavoro che ha portato all’arresto in flagranza di reato.

La Madonnina, ormai è spesso teatro di situazioni di microcriminalità diffusa come viene riportato sempre più spesso dalla stampa. Il quartiere, esteso, ha bisogno di un maggior controllo e certamente il contributo dei cittadini sta diventando determinante e come Lega Nord ci mettiamo a disposizione per raccogliere tutte le segnalazioni che possono essere utili per attivare le forze preposte.

 

Luca Bagnoli
Commissario Lega Nord Modena

Continue reading

Bargi e Soranna: “Stazione Piccola: Ripartiti i lavori che dovevano concludersi entro luglio. Ora servono tempi certi”

186

Written by:

“Pare siano ripartiti i lavori alla Stazione Piccola di Modena, anche per effetto della segnalazione della Lega e dell’attenzione della stampa sul tema. Adesso chiediamo tempi certi per la riqualificazione. Fer, però non imbrogli le carte: i tempi entro cui i lavori dovevano essere conclusi sono agli atti. E la data ultima era quella del prossimo luglio”.

Così Stefano Bargi, consigliere regionale Lega Nord e commissario provinciale della Lega di Modena, insieme a Stefano Soranna, Lega Nord Modena, commentano la ripresa dei lavori nel cantiere Stazione Piccola, sopraggiunta dopo la segnalazione pubblicata dalla stampa locale.

“Questa mattina durante un sopralluogo abbiamo finalmente visto alcune persone in cantiere”, spiegano Bargi e Soranna “ e pur rimanendo scettici sul rispetto dei tempi stabiliti speriamo che non vi siano ulteriori stop. Soprattutto perchè il problema del degrado nella zona è in costante aumento”.

Tuttavia i dubbi rimangono: “Non siamo rassicurati dalla risposta di Fer pubblicata dalla stampa. Fer cita un’ordinanza parlando di una scadenza a fine anno, mentre nel documento non vi è traccia di scadenza lavori al 31 dicembre 2018”, spiegano Bargi e Soranna.

Dalle carte (che alleghiamo) risulta invece qualcosa di diverso: “La data della decisione di aggiudicazione dell’appalto risale al 16 febbraio 2017, nell’avviso di gara l’indicazione di inizio e conclusione lavori era fissata in giorni 300 dall’aggiudicazione dell’appalto (con cadenza teorica a dicembre 2017), mentre nell’avviso pubblico (come da determina n. 46/2017 del direttore generale
di Fer) si legge che che i lavori, che sono tutt’ora in corso, hanno scadenza entro luglio 2018”, precisano i leghisti.

 

“I lavori anti sisma andrebbero dunque conclusi improrogabilmente entro luglio 2018, soprattutto perchè sono necessari per lo svolgimento del secondo bando di gara, quello relativo alla riqualificazione economica e culturale di un’area che tutti ammettono essere degradata”, concludono Bargi e Soranna.

 

Ufficio Stampa Lega Nord Emilia Romagna

Continue reading

Rassegna Stampa Lega Modena 5 Maggio 2018

128

Written by:

Stazione Piccola: Riqualificazione al palo dopo i bandi di FER, mentre il degrado avanza!

178

Written by:

“Stazione piccola: tutto pronto per la riqualificazione. Ma non si parte: i lavori di adeguamento sismico sono fermi e l’intera zona precipita nel degrado”.
E’ complessa e per certi versi ingarbugliata la situazione della Stazione piccola di Modena, da anni in procinto di essere riqualificata, ma in realtà ferma con i lavori proprio ora che il bando per un nuovo utilizzo è stato assegnato.
Stefano Bargi, consigliere Lega Nord, ha portato la questione in Regione con una interrogazione volta a fare chiarezza sullo stato dell’arte e interviene sul tema insieme a Stefano Soranna della lega di Modena.
“Un bene archeologico di questo valore, già abbandonato a sé stesso per tanti anni deve essere messo di nuovo in condizioni di essere fruibile”, sostengono Bargi e Soranna “mentre a quanto ci riferiscono alcune nostre fonti, oggi, la riqualificazione sta subendo diversi rallentamenti, le cui ragioni non sono chiare”. Per i leghisti “la situazione va sbloccata visto l’aggraversi delle condizioni di degrado dell’are, sempre più meta di sbandati e criminalità”.
In breve, secondo i dati raccolti, risulta che nell’aprile 2016 Fer (partecipata dalla Regione e subentrata ad Atcm) abbia emanato un bando di gara un appalto per opere di adeguamento sismico. Un lotto di questo bando prevedeva l’adeguamento sismico degli edifici “Stazione” e “Officina personale” del complesso di Piazza Manzoni Modena, per un valore stimato di 1.183.604,33 euro, da concludersi entro 300 giorni dall’aggiudicazione dell’appalto e nel febbraio del 2017 venne comunicata l’aggiudicazione dell’appalto in questione a Tecnores srl, di Napoli per un valore finale di 747.931 euro. Successivamente Fer emanò anche un avviso pubblico finalizzato alla raccolta di manifestazioni di interesse per il riuso e la valorizzazione del complesso immobiliare, che vide assegnataria, nell’agosto 2017, l’impresa Vedrani. Da allora di tempo ne è passato: i locali posti al piano terra adibiti ad attività di ristorazione e bar risultano essere stati liberati, ma la riqualificazione non procede.
Da circa una settimana i lavori di adeguamento sismico sarebbero infatti fermi.
“Intanto nell’area circostante al cantiere, come testimoniano le foto scattate dai residenti della zona si registra una seria situazione di degrado, aggravata dalla presenza di alcuni barboni che dormono nei pressi dei binari della stazione”, aggiunge Bargi “senza contare che “al primo piano dell’edificio sarebbero presenti alcuni quadri di pregio, la cui tutela e conservazione risulta attualmente a rischio”.
Ufficio Stampa Lega Nord Emilia Romagna

Continue reading

5/6 maggio: La sede della Lega Modena aperta per tesseramento e incontro con la città!

149

Written by:

Il giorno 5 e 6 Maggio giornata nazionale del tesseramento per la Lega Nord, la sede cittadina e provinciale di Modena rimarrà aperta per coloro che vorranno avvicinarsi al movimento e sostenerci con il contributo previsto di 10 €. Sarà anche un momento di incontro con i cittadini modenesi che vorranno partecipare in modo attivo e costruttivo alla realizzazione del programma elettorale che è in via di sviluppo per le prossime amministrative del 2019.

Solo il confronto e il contatto con chi vive la città ci potrà aiutare nel produrre un documento condiviso, attuabile e che ci permetterà di conquistare il Comune di Modena.  Commenta il nuovo commissario della Lega Nord Modena, Luca Bagnoli: “Come dichiarato durante l’assegnazione dell’incarico da parte del commissario provinciale Stefano Bargi, questi mesi di avvicinamento alla kermesse elettorale per Modena del 2019 ci vedranno impegnati al confronto e all’incontro esterno con tutte le realtà locali del territorio, che siano associative, di categoria, professionali, civili”.

Vi aspettiamo presso la sede della Lega Nord in Viale Caduti in Guerra 166 in questi orari:

Sabato 5 Maggio dalle ore 10.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00

Domenica 6 Maggio dalle ore 10 alle 12.30.

 

Segreteria Lega Nord Modena

Continue reading

SETA: la Lega Modena chiede chiarezza, trasparenza e competenza!

601

Written by:

Chiarezza, trasparenza e competenza.  A quanto pare queste tre parole-chiave, non fanno parte del modus operandi di Seta S.p.A. e del Comune di Modena.

Dal 18 aprile – data di scadenza per la presentazione delle candidature per nomina di Presidente della azienda di trasporti locale,  ad oggi,  poco o nulla è trapelato dalle istituzioni locali sugli eventuali papabili.  Nonostante ciò, negli ultimi giorni, su alcuni organi di informazione,  è comparso il nome di un sindacalista CGIL  e di un presunto dirigente di Confesercenti di Modena, di cui però non si svela l’identità.  E’ stata inoltre indicata come ipotesi un “Bulgarelli-Bis” per traghettare l’Azienda verso il 2019, anno in cui si svolgeranno le gare d’appalto europee in concomitanza con le elezioni amministrative. In tal senso si punterebbe a sciogliere il nodo dell’armonizzazione contrattuale tra i 3 bacini (Piacenza-Reggio E.- Modena) in funzione del progetto di Azienda Unica Regionale, che stenta (nuovamente) a decollare.

Una pessima gestione quella di Vanni Bulgarelli (e del geometra Badalotti), sotto qualsiasi profilo.  Il tentativo palese di cancellare il contratto aziendale, agendo in maniera duplice: da una parte il mancato riconoscimento del contratto di 2° livello ai nuovi assunti, dall’altra una serie di interventi chirurgici per assottigliare diarie e riposi sino a renderlo inconsistente per la maggioranza degli autisti.  Una serie di danni materiali e di immagine causati da evidenti tagli alla manutenzione e dalla carenza cronica di addetti all’esercizio. La pressione continua esercitata nei confronti dei propri dipendenti, sottoposti ad un controllo asfissiante  e ad una lista interminabile di rapporti disciplinari per i quali si è giunti in sede giudiziaria.

Questa è l’azienda che vorrebbe competere con operatori extranazionali?  Seta SpA continua ancora oggi ad appaltare linee a consorzi privati ed altri servizi a società come Holacheck S.r.l., perseguendo con la politica di esternalizzazioni di ATCM (Deposito di Spilamberto, Montese, Serramazzoni, Camposanto, Castelfranco Emilia chiusi, Deposito di Carpi e relative linee appaltati ai privati).

Lega Nord Modena propone una inversione di tendenza, in primis con una nomina di una persona qualificata e non legata alla politica locale.  Successivamente con una politica di investimenti seri  per dotare SETA S.p.A. di una flotta all’altezza degli standard europei, e di un personale tanto ben retribuito quanto altamente professionale e responsabile.

 

Segreteria Lega Nord Modena

Continue reading

5/6 MAGGIO GIORNATA DEL TESSERAMENTO LEGA MODENA 2018!!!

250

Written by:

Vi aspettiamo presso la sede di Modena in Viale Caduti in Guerra 166 per il Tesseramento 2018 nei giorni:

Sabato 5 Maggio dalle ore 10.oo alle 12.3o e dalle ore 15.oo alle 18.oo

Domenica 6 Maggio dalle ore 10 alle 12.30

Sarà l’occasione per incontrarsi e raccogliere informazioni su problematiche che avete riscontrato sia nel vostro quartiere che in generale sulla città di Modena.

Tutte informazioni utili alla realizzazione del programma elettorale delle prossime amministrative del 2019.

Continue reading