Simone Versace Author

Bagnoli (LN): “Dopo l’arresto l’espulsione!!!”

103

Written by:

Ringraziamo le forze di Polizia Municipale per l’operazione di ricerca e identificazione a carico del molestatore seriale.

A questo punto, a garanzia e tutela delle ragazze e donne che viaggiano sugli automezzi e in generale data la “pericolosità” riconosciuta dagli stessi inquirenti,  pretendiamo come Lega Nord che il delinquente venga trattenuto in carcere e non rilasciato agli arresti domiciliari a salvaguarda anche della sua stessa famiglia, come viene sottolineato nella nota stampa.

Lo stesso straniero, non ha nemmeno più il diritto di rimanere sul territorio, avendo il permesso di soggiorno scaduto, quindi sarebbe opportuno, visti gli accordi con lo stato di provenienza (Tunisia) che venisse espulso dal nostro paese.

 

 

 

 

 

 

Luca Bagnoli
Commissario Lega Modena  

Continue reading

Bagnoli (LN): “Migranti e apertura CPR: Caro MUZZARELLI, si ricordi di francobollare la lettera che invierà a Minniti”

92

Written by:

“Modena non ha bisogno di ulteriori problemi di sicurezza urbana: vigileremo affinché il sindaco  faccia quanto promesso, ovvero che il nuovo centro per profughi venga aperto solo se sarà garantito il supporto di agenti richiesto”

“Sia chiaro: vigileremo attentamente non solo affinché venga “francobollata” la lettere che il sindaco di Modena, Gian Carlo Muzzarelli, invierà al ministro degli Interni, Marco Minniti, ma anche affinché contenga tutte le specifiche concordate come condizione per la riapertura del CPR in via La Marmora, a Modena”. La contrarietà alla riapertura del Centro di permanenza per i rimpatri e per la gestione dell’immigrazione clandestina, per Luca Bagnoli, della segreteria della Lega Nord di Modena, ora passa, necessariamente dall’attento controllo nei confronti dell’amministrazione modenese e, soprattutto, dalle promesse fatte da quest’ultima non solo alle forze politiche di opposizione, quando alla cittadinanza.

“La Lega Nord – continua Bagnoli – esprime perplessità e cautela sulla prossima apertura del CPR, nonostante le rassicurazioni preventive di Muzzarelli, “garantite”  dall’invio al “dimissionario” ministro Minniti del documento condiviso dalle forze politiche locali. Saremo attenti controllori e vigileremo direttamente anche da Roma – promette l’esponente del Carroccio – affinché il documento nel quale viene richiesto un adeguamento del numero delle forze dell’ordine necessario per far fronte alla riapertura del nuovo Centro, non rimanga lettera morta”.

“E’ necessario che l’apertura del Centro venga accompagnata da un piano di controllo delle Forze dell’ordine adeguato. Modena non ha bisogno di ulteriori problemi di sicurezza urbana già di per sé assai “malconcia”. Perché le realtà delle cose, nonostante i numeri snoccialati ieri in occasione della Festa della Polizia indichino una diminuzione dei reati, è che la città di Modena e tutto il suo territorio provinciale, necessitano di un presidio costante e adeguato da parte delle Forze dell’ordine” chiosa il leghista.

 

 

 

 

 

 

Bagnoli Luca
Segreteria Lega Modena

Continue reading

Lega Modena: Apertura CPR – No senza adeguata copertura di agenti

96

Written by:

Muzzarelli si dichiara pronto ad aprire il CPR a Modena come da indicazione del Ministero degli Interni. Venerdì scorso ha convocato i sindaci del territorio e i parlamentari neo-eletti per “confermare” che l’organico degli agenti di PS è sottostimato, gli stessi sindacati delle forze di Polizia anche Municipali denunciano la criticità della carenza di uomini. Prevedere l’apertura del CPR a Modena in questa situazione di organico sarebbe una follia dal punto di vista della gestione della sicurezza del territorio.

La Lega Modena sostiene ed invita il sindaco Muzzarelli a negare la prossima apertura del CPR, finché non ci saranno le dovute garanzie di allineamento numerico degli organici di Polizia. La sicurezza a Modena ha la priorità assoluta, se ne assuma le responsabilità e faccia valere la sua “ostinatezza” esibita ogni qualvolta che viene criticato pubblicamente per l’operato, al tavolo del ministero.

 

 

 

 

 

 

 

 

Luca Bagnoli
Segreteria Lega Modena

 

Continue reading

Lega Modena: Comando di Via Galilei ancora sotto organico!!!

89

Written by:

Le cronicità, in termini di raggiungimento del numero dei 220 addetti al comando di Polizia Municipale, evidenziate per l’ennesima volta dal Segretario provinciale del Sindacato di Polizia Municipale di Modena, vanno nella direzione di ciò che la Lega Nord denunciava dall’insediamento del Sindaco/Assessore Muzzarelli.

Muzzarelli chiese una deroga alla legge da lui stessa firmata e un supporto finanziato dalla Regione per elaborare i concorsi e sistemare la pianta organica del comando di Via Galilei. I soldi furono deliberati, ma ad una precisa nostra richiesta venne risposto che una parte di essi sarebbero stati utilizzati per implementare le tecnologie a supporto degli agenti, quindi non rispettando l’obiettivo finale che ad oggi forse è addirittura scemato. Il fallimento politico/gestionale di tale struttura, fondamentale per la sicurezza locale dei cittadini, è evidente.

Se le risorse provenienti dalle tasse dei modenesi, come dichiarato dal Sindacato, alla fine vanno a rinforzare altre Polizie Municipali, ciò significa che vengono utilizzate senza una logica strutturale. Presenteremo perciò prossimamente, tramite il consigliere Stefano Bargi, una interrogazione in Regione per avere spiegazioni dettagliate sull’utilizzo dei fondi stanziati.

 

 

 

 

 

 

Luca Bagnoli
Segreteria Lega Modena

Continue reading

Lega Modena: Degrado urbano, microcriminalità Zona Madonnina – Via Emilia Ovest

100

Written by:

 

Come Lega Nord eravamo già intervenuti, richiamando all’attenzione dell’amministrazione l’area abbandonata in Via Emilia Ovest, dove ci è stato comunicato che dovrebbe sorgere un nuovo insediamento commerciale. E’ una discarica a cielo aperto, rifiuti accatastati nel degrado più totale.

Di tempo ne è passato, di lavori di riqualifica non ne abbiamo visti, intanto la criminalità ha usato quella superficie che comprende stabili abbandonati, come base per nascondersi e consumare i propri servizi illeciti.

Da qualche tempo nell’area compresa tra Via Barchetta e Via Emilia Ovest, dai cittadini ci erano pervenute segnalazioni di attività predatorie e dirette anche sulle persone, fatti denunciati alle autorità competenti. Come Lega Nord ci siamo ugualmente permessi, di comunicare a nostra volta agli inquirenti, di incentivare l’attività di monitoraggio. Ringraziamo l’arma dei Carabinieri di Modena, che proprio giorni fa, dopo un attento lavoro di intelligence, hanno setacciato l’area degradata e trovato personaggi dediti allo spaccio e al furto. Quell’area è pure diventata una discarica a cielo aperto da come si può vedere dalle immagini allegate.

La crisi economica, ha lasciato il segno sugli immobili sia commerciali che abitativi, l’abbandono di capannoni in Via Tabacchi sono un segnale esplicito, nel rispetto delle proprietà privata, che avrebbe bisogno di un intervento in collaborazione con l’amministrazione. Ripensare la città nella sua riqualificazione, senza consumare terreno libero ma utilizzando il recupero di zone dismesse sarà uno degli obiettivi della Lega di Modena al governo della città.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Luca Bagnoli/Stefano Soranna

Segreteria Lega Nord Modena

Continue reading

Soranna e Baldini (LN): I commercianti vengono lasciati a se stessi dall’amministrazione comunale

114

Written by:

Mentre la sinistra modenese, forse per dimenticare le proprie divisioni interne e il vertiginoso calo di consensi, si occupa principalmente di questioni storiche o “geopolitiche” (nell’ultimo consiglio comunale si è discusso ancora una volta sulla “necessità” di educare le giovani generazioni ai valori dell’antifascismo), la città di Modena deve fare i conti con le problematiche quotidiane.

Il furto con scasso avvenuto ai danni di un esercizio commerciale di Corso Canalchiaro, salito agli onori della cronaca locale, riporta drammaticamente all’attenzione i problemi che oggi vivono in particolare i piccoli e medi commercianti del centro storico: alti costi di gestione (canoni di affitto dei locali insostenibili e al contempo difficoltà ad accedere ai canali di credito e assicurativi), crisi dei consumi, burocrazia e tassazione asfissianti, insicurezza e criminalità quotidiane.

Il centro cittadino, e con esso i negozi e le botteghe storiche che lo compongono, dovrebbe essere il fiore all’occhiello della città, delle sue tradizioni e del suo prestigio; invece è abbandonato a se stesso a discapito delle grandi catene commerciali e degli ipermercati.

Basti pensare che la zona centrale dove è avvenuto il furto, come appunto lamenta chi ci vive e lavora, è sguarnita di telecamere, che al contrario si trovano all’ingresso della zona a traffico limitato (ma queste ultime servono al Comune per “fare cassa” e a sanzionare paradossalmente gli stessi commercianti del centro, costretti a districarsi tra fasce orarie per non incorrere in multe salate).

Le telecamere, beninteso, da sole non bastano senza politiche generali e investimenti seri sulla sicurezza (che comportano una “visione” generale delle problematiche ad essa connesse impossibile per chi per anni ha accusato “le destre” di volere attuare politiche “securitarie”), ma almeno potrebbero essere un utile deterrente e favorire l’individuazione dei responsabili di reati contro la persona e il patrimonio.

Il nostro scopo come (attuale) forza di opposizione sarà quindi di riportare al centro dell’agenda cittadina la salvaguardia del centro storico e recepire innanzitutto i suggerimenti e le proposte concrete delle associazioni di categoria: gli slogan renziani o il protagonismo mediatico a cui ci ha abituati il Sindaco nonché Assessore alla (in)sicurezza Muzzarelli, senza la capacità di interagire con i corpi sociali, sono un ritornello a cui i modenesi di buon senso non credono più.

 

Stefano Soranna e Antonio Baldini
Lega Modena

Continue reading