Clandestini in hotel, italiani sempre più poveri e cristiani massacrati nel mondo

247

Written by:

Nel silenzio dell’Unione Europea continua l’operazione Mare Nostrum, interamente a carico dei contribuenti italiani ovviamente. Centomila gli sbarchi previsti entro l’estate; numeri che fanno rabbrividire pensando che dovremo mantenerli tutti, vitto e alloggio, senza l’aiuto di nessuno.
Credo che se buona parte degli Stati Islamici adottasse un trattamento simile nei nostri confronti potremmo provare a vedere di buon occhio questa “operazione di salvataggio”. Cosa tuttavia non possibile visto il trattamento riservato alle comunità cristiane che vivono nei paesi da cui questi migranti in buona parte provengono; quello a cui stiamo assistendo in questi giorni, ovviamente di nuovo nel silenzio di Unione Europea e spesso anche dei media, è uno sterminio di massa di tutti coloro che non sono disposti a convertirsi all’Islam. In Iraq case marchiate con la lettera N (di Nazaret), perché questi siano riconoscibili da tutti e non vengano trattati al pari degli altri, bensì espropriati di ogni bene e abbandonati in mezzo al deserto, senza documenti e spesso persino senza vestiti e scarpe.
Anche l’Avvenire, quotidiano dei Vescovi, farebbe bene a occuparsi di più di queste vicende, cercando di portare l’attenzione collettiva su questi avvenimenti, che spesso si tende a ignorare essendo lontani dalla nostra realtà, invece che fare politica tentando di denigrare Matteo Salvini per le sue prese di posizione nei confronti dell’operazione Mare Nostrum.
Ci si chiede sempre di più a cosa serva far parte di una Comunità Europea in cui gli interessi locali vengono totalmente distrutti a favore di economie nelle quali spesso non si rispettano neanche i diritti dei lavoratori e in cui i paesi membri non vengono aiutati, bensì costretti a finanziare l’ingresso di Stati che porterebbero più depressione che ricchezza.

Movimento Giovani Padani Modena
Giacomo Torricelli

Modena, 23-07-2014

Last modified: 27 luglio 2014