Zona Tempio E Dintorni: La Piaga Della Prostituzione E Dello Spaccio Permane Ancora

517

Written by:

La Lega Nord di Modena interviene per esprimere la propria rabbia contro l’inefficienza della Giunta Muzzarelli sul noto problema della prostituzione e dello spaccio in zona Tempio e dintorni.
Ricordiamo infatti che per chiunque arrivi in Stazione a Modena la zona Tempio è il primo quartiere a cui si accede, dunque un pessimo biglietto da visita per turisti e stranieri giunti in città magari per visitare proprio il MEF distante pochi metri.
Al riguardo di recente la Polizia ha effettuato una retata antiprostituzione per cercare di porre un argine al problema di degrado che purtroppo affligge questa zona alle porte del centro storico, la quale dovrebbe, invece, essere valorizzata e tenuta in ordine. Nella retata, guarda a caso, è stato anche fermato un extracomunitario ricercato sul quale pende un ordine di carcerazione dal 2015.
Effettivamente dalle segnalazioni pervenute ci risulta che le prostitute e gli spacciatori siano perlopiù di origine straniera, motivo per cui aumenta la nostra convinzione a portare avanti la battaglia contro l’immigrazione clandestina di massa che il PD non contrasta in alcun modo.
Gli stessi residenti ci hanno confermato che le iniziative a spot del Sindaco Muzzarelli non hanno avuto alcuna efficacia risolutoria, anzi, ci siamo sentiti dire che “già dalle prime ore del pomeriggio le prostitute iniziano a sostare sui marciapiedi con poco distanti gli spacciatori”. In questo caso andrebbe quindi posto in essere un piano organico di recupero frutto di un reale confronto con i cittadini, i quali sono gli unici che in questa zona hanno fatto qualcosa per il quartiere, impegnandosi a tenere aperte le proprie attività commerciali e a segnalare alle Forze dell’Ordine le presenze sospette.
La Lega Nord invita perciò il Sindaco a fare una passeggiata nella zona Tempio e nei dintorni non per farsi fotografare, ma per intrattenersi con i commercianti al fine di ascoltare i loro problemi e individuare soluzioni concrete come, per esempio, disporre un presidio di Forze dell’Ordine in loco H24. Andrebbe infatti organizzata una turnazione tra Polizia di Stato, Carabinieri e Polizia Municipale per garantire almeno una pattuglia di due agenti a tutte le ore del giorno. Nel caso di mancanza di personale cercare allora di coinvolgere i soldati dell’esercito come già avviene da tempo per il presidio del Tribunale; la loro presenza ha garantito sicurezza e controllo nelle vie del centro storico nella quali si trovano a presidio, riscontrando apprezzamenti da chiunque.
Alla luce di questi problemi ormai più che noti all’Amministrazione comunale, perché Muzzarelli non garantisce una pattuglia di almeno due uomini H24 dedita a perlustrare la zona Tempio e i dintorni? Stiamo chiedendo forse l’impossibile? La verità è che questa Giunta sul fronte sicurezza fa acqua da tutte le parti e manca di una vera volontà politica ad affrontare il tema sicurezza con decisione!

Last modified: 29 giugno 2016