Scandalo Cencetti, Bargi (Lega Nord): “da Maggio Chiediamo Risposte Sul Presunto Scandalo Di Corruzione E Abuso D’ufficio Nella Nomina. C’è Volonta’ Di Insabbiare Tutto?”

403

Written by:

“Nel consiglio comunale di Modena è recentemente riemerso il presunto scandalo di corruzione concussione e abuso d’ufficio corruzione tra la ausl Modenese e quella Piacentina, con la collaborazione di un funzionario regionale, che ha portato alla nomina di Stefano Cencetti a direttore del Policlinico di Piacenza. Possibile che noi attendiamo una risposta da maggio?”
Non ci sta Stefano Bargi, consigliere regionale modenese della Lega Nord. “Noi abbiamo convocato a maggio la commissione sanità per relazionarci su uno scandalo per cui si ipotizzano reati di corruzione tra la Ausl Modenese e quella Piacentina. E’ da Maggio che stiamo aspettando che la Giunta venga a relazionarci sulla situazione, ma ancora la commissione non è stata convocata. C’è forse la volontà tener il più possibile nascoste le informazioni sul caso?” – si chiede.
Poi, Bargi, riepiloga quanto chiesto a maggio dal gruppo consiliare regionale del Carroccio. “Avendo appreso dagli organi di stampa delle intercettazioni telefoniche e dell’inchiesta dei Carabinieri di Modena su un concorso, forse creato ad hoc per il dr. Stefano Cencetti, dall’Ausl di Piacenza ma con la collaborazione di un funzionario regionale, vista la regia politica che emergerebbe dalle intercettazioni e il fatto che queste costituiscono un secondo filone di indagini nell’inchiesta sugli appalti al Policlinico di Modena, visto il possibile conflitto di interesse rispetto al ruolo assunto dal dr. Cencetti durante il suo incarico presso l’Agenzia sanitaria sociale regionale, chiedevamo che venissero urgentemente a relazionare sulla vicenda in Commissione IV: il Presidente della Giunta Regionale Stefano Bonaccini, l’Assessore alle Politiche per la Salute Sergio Venturi, gli attuali vertici delle AUSL di Modena e di Piacenza, quanti si trovavano ai vertici delle due Ausl ai tempi dell’incarico conferito a Cencetti e la Direzione dell’Agenzia Sanitaria e Sociale regionale”.

Last modified: 27 settembre 2016