Fuori i Centri Sociali da Modena

1475

Written by:

Il Movimento Giovani Padani di Modena esprime il più totale schifo e disprezzo nei confronti degli “antifascisti” e dei “centri sociali” che hanno, nuovamente, tentato di distruggere la nostra città sabato scorso.

È innammissibile che ogni occasione in cui questi bravi ragazzi di centrosinistra manifestano, ammesso che si possa definire manifestazione quello che forse sarebbe meglio considerare come vandalismo, si trasformi in una specie di guerra civile che costringe le forze dell’ordine a blindare il centro.

La violenza ed il vandalismo devono sempre essere condannati, che vengano da destra o da sinistra, poco importa il colore politico, ma sarebbe ipocrisia negare che questo genere di comportamenti provengano quasi sempre dagli stessi individui, nei confronti dei quali sarebbe ora che venissero presi seri provvedimenti.

Quello che fa più rabbia è come siano nuovamente coloro che si professano come difensori dei “piccoli” e dei “poveri” a costringere i cittadini a sentirsi insicuri a camminare per le strade del centro ed i negozianti a rimanere chiusi per paura di gesti di vandalismo nei loro confronti.

Alle forze dell’ordine va la nostra più totale soliderietà ed è solo grazie al loro intervento che è stato evitato ogni tipo di scontro diretto tra gli “antagonisti” ed i manifestanti.
Non è chiaro come si mobilitino questi famigerati difensori della democrazia quando qualcuno che sta loro poco simpatico esercita il proprio diritto a manifestare e non quando il governo Renzi annuncia gli ormai noti tagli a sanità, sicurezza ed istruzione, ma purtroppo non ci aspettiamo niente di più intelligente da chi festeggia il sabato pomeriggio imbrattando le vie del centro ed occupa abusivamente edifici della città nella più totale indifferenza delle amministrazioni.

Last modified: 9 marzo 2016